La Cascina Scanna è tra gli agriturismi più vicini alla città di Milano (zona sud-ovest, Metro linea rossa – stazione di Bisceglie) e dista circa 17 km da EXPO e dalla Fiera Milano Rho. All’interno del Parco Agricolo Sud Milano e al confine con il Parco del Ticino, è immersa nel verde e allo stesso tempo risulta facilmente raggiungibile da Milano, dalla Tangenziale ovest e dalla metropolitana.

L’agriturismo, di pernottamento con prima colazione, si trova nella azienda agricola Chiara Dufour, che è attiva dalla metà degli anni Novanta, quando la Cascina Scanna originaria viene divisa in due. La conduttrice, agronoma, e il marito, veterinario, hanno da allora intrapreso una impegnativa opera di recupero e valorizzazione sia del centro aziendale sia delle campagne circostanti, che continua nel tempo.

Il centro aziendale si trova in un’area incredibilmente ricca d’acqua: originariamente includeva il Mulino della Scanna e tutt’oggi i terreni aziendali sono attraversati da ben cinque fontanili. Il paesaggio circostante è quello agrario della pianura lombarda, dove ancora si alternano a seminativi come mais, orzo e soia, rive boscate e grandi boschi planiziali, con alberi secolari di farnia, carpino bianco, olmo, ciliegio selvatico. La coltivazione del riso, che alla fine dell’estate biondeggia nei campi offre uno spettacolo naturale indimenticabile, soprattutto al tramonto.

Oggi l’azienda offre, oltre alla vendita diretta dei prodotti coltivati, un servizio di ospitalità che può contare su 5 camere, un’area comune e due appartamenti, (disponibili anche per soggiorni di settimane). Per le attività ricreative vengono messi a disposizione il porticato con punto fuoco.

La struttura ricettiva è stata predisposta all’interno di una casa colonica del Cinquecento, completamente ristrutturata nel corso della stagione 2006-2007 e da allora in miglioramento progressivo. Appartiene al più vasto complesso della storica Cascina Scanna che vanta edifici rinascimentali e una cappella, il piccolo Oratorio di San Bernardo, così graziosa nella sua semplicità, da essere stata vincolata dalle Belle Arti.